Frappe/Chiacchiere di Carnevale.

Visto che ormai manca poco alla fine del Carnevale non poteva mancare la ricetta di uno dei dolci più buoni e tradizionali: le frappe. A Roma le ho sempre sentite chiamare così, mentre in altre regioni vengono chiamate chiacchiere. Chiamatele come volete, fatto sta che sono deliziose e che una tira l’altra.

Immagine
Non le avevo mai preparate prima, quindi per la prima volta ho deciso di avere la supervisione di una specialista, mia nonna (si chiama Giulia come me, buon sangue non mente!) che me le faceva sempre quand’ero bambina e festeggiavo il Carnevale con gli amici di classe.
Occorrono:
– mezzo chilo di farina 00
– 2 tuorli e un uovo intero
– la scorza di due limoni non trattati
– 75 gr di burro
– un bicchierino di cognac o di brandy
– un cucchiaio di zucchero
– un cucchiaino di lievito
– un pizzico di sale
– vino bianco per impastare
– olio di semi per friggere
– zucchero a velo

Fate una fontana con la farina, il cucchiaino di lievito, il cucchiaio di zucchero e il pizzico di sale, rompete al centro di essa le uova, aggiungete il burro fuso, la scorza dei due limoni e il bicchierino di cognac, poi iniziate ad impastare normalmente.

ImmagineA poco a poco, mentre lavorate l’impasto, aggiungete mezzo bicchiere di vino bianco ed impastate finchè non otterrete una consistenza morbida ma asciutta.

ImmagineTagliate piccoli pezzetti di pasta e, o con la macchinetta apposita o con il mattarello, stendeteli. Io ho usato la macchinetta e mi sono regolata per lo spessore con i numeri (l’ho impostata a 4), comunque non deve essere più alta di qualche millimetro. Dovete ottenere dei rettangoli lunghi, per intenderci.
Con la rotellina taglia pasta (quella che solitamente si usa per i ravioli), dividete la sezione in tanti rettangoli e incidete due tagli al centro di ciascun rettangolo.

ImmagineA questo punto se volete potete friggerle anche così, io le ho intrecciate facendo passare un’estremità all’interno dei tagli, ottenendo una sorta di fiocchetto

ImmagineControllate che l’olio sia pronto per la frittura con uno stecchino (se immergendolo fa delle bollicine l’olio è abbastanza caldo!) ed immergete le frappe per un minuto appena. Tiratele fuori e fatele scolare sulla carta assorbente o in qualche foglio di scottex.

ImmaginePreparate un vassoio spolverizzandone il fondo con abbondante zucchero a velo e posizionatevi le frappe sopra. Ricopritele con lo zucchero a velo e lasciatele freddare per un’oretta.
ImmagineImmagine

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...